Home » Commenti agli articoli

Immagini del paese

Castello 13.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 6447962

Notizie del giorno

 
Commenti (1609)
Che cosa dobbiamo e possiamo fare?
1589 Giovedì 01 Febbraio 2018 12:43
Ange de Clermont

Questi risultati anagrafici del 2017 ci lasciano davvero perplessi. Quando sarà troppo tardi ce ne renderemo conto. Andremo incontro alla scomparsa della Scuola Elementare e Media e dei posti per i servizi.


Andando a spasso per il paese non noteremo che anziani. Le garrule voci dei catechizzandi non s'udranno più nemmeno in chiesa la domenica. Aprés nous le dèluge, dopo noi il diluvio, diceva Luigi XV di Francia. Dopo noi anziani Chiaramonti scomparirà decisamente.


Peccato, nato nel 1348 scomparirà nel 2148, vicende corte per un borgo che poteva godere di più numerosi secoli. Solo 800 anni, nemmeno i fatidici 1000 anni! Per ora godiamoci i 670 anni, sperando in meglio per il futuro.


Nemmeno Sal, africano del Senegal con due mogli e 6 figli, ha voglia di prendere la residenza qui. Epure ha la cittadinanza italiana e potrebbe chiedere il congiungimento familiare. Continuiamo a non dare risorse alle famiglie numerose e vedremo le stelle soltanto su Chiaramonti.

Un paese in agonia , Carlo Patatu
Evolvere o morire
1588 Giovedì 01 Febbraio 2018 10:27
alex

La soluzione c'è: utilizzare le ricchezze esistenti. L'eno-gastronomia, i dolci, le tradizioni, l'archeologia, il castello, le chiese, le feste, le case.


Questo però richiede un impegno personale dei giovani.

Un paese in agonia , Carlo Patatu
ANCHE IL MIO PAPA' ERA SU QUELLA NAVE
1587 Giovedì 25 Gennaio 2018 23:30
CLAUDIA VANDELLI
Salve mio papà vandelli marino di Modena classe 1921, deceduto 8 anni fa era su quella nave. Lui raccontava di esser stato 14 ore in acqua su un pezzo di legno e di altri episodi agghiaccianti e violenti che suo malgrado fu costretto a mettere in atto. Morte tua vita mia, purtroppo. La cosa bella è che tanti anni fa gli feci scrivere le sue memorie, quindi rimarranno sempre nella storia . Prima o poi le farò pubblicare. Ho trovato questo articolo per caso mentre spiegavo alla mia bambina che anche il suo nonno era stato fatto prigioniero dagli inglesi deportato in sud africa e poi in inghilterra a Livelpool quando, mi sono resa conto che quando le scrisse non avevamo tutti i mezzi tecnologici di oggi e che non avevo mnai cercato nulla su questo tragico avvenimento.....ho digitato nel motore di ricerca nave neptunia e mi si è aperto questo mondo Grazie perché leggere tutte queste testimonianze e' emozione pura. Se qualcuno avesse mai sentito nominare il suo nome sarei lieta di sapere qualcosa . grazie
S'aneddu
1586 Giovedì 25 Gennaio 2018 15:28
Lucio Loi

Buongiorno. Cortesemente chiedo se fosse possibile avere lo spartito per coro.


---


Buona sera. Ho provveduto a spedirle privatamente via mail lo spartito richiesto.


La saluto cordialmente. (c.p.)

S'aneddu , Carlo Patatu
Merci
1585 Venerdì 19 Gennaio 2018 15:07
Martine WILLOCQ

Bonjour,


Je vous remercie infiniment pour cet hommage rendu à ma très chère belle sœur qui nous a quittés beaucoup trop tôt. Nous sommes très touchés par ce que vous avez dit d'elle. Elle était en effet la gentillesse et la générosité incarnées.


Martine


---


Grazie, Martine. Grazie per il suo apprezzamento. Le parole da me espresse nel ricordare Hamsa sono scaturite dal cuore. Hamsa, ha ragione lei, era una donna che incarnava gentilezza e generosità. Qui in paese ha lasciato un ottimo ricordo e ci è stata anche di esempio, un modello di disinteresse e di dedizione al lavoro e, soprattutto, alle persone che le sono state affidate in cura.


Sono felice di averla conosciuta e mi sento onorato di avere beneficiato della sua amicizia, manifestata anche con un sorriso che non dimenticherò.


Saluti cordiali. (c.p.)

Cara Hamsa, addio! , Carlo Patatu
Cara Hamsa, addio!
1584 Lunedì 15 Gennaio 2018 21:21
Enrica

Un caro saluto ad Hamsa, non dimenticherò mai il tuo sorriso e la tua gentilezza... r.i.p

Cara Hamsa, addio! , Carlo Patatu
Hamsa
1583 Lunedì 15 Gennaio 2018 18:30
Soddu Mario

Carissimo Carlo,


ci dispiace tanto per la scomparsa così giovane di Hamsa. Io con mia Moglie Vitalia l'abbiamo conosciuta. Veniva a casa in paese, ed abbiamo anche viaggiato assieme sull'aereo Charleroi Alghero nel 2016.


Lei qui ha un fratello , che conosciamo, abita a 35 km da Mons. É venuto a casa per prendersi un pacco che la sorella gli ha mandato per mezzo di noi.


Che riposi in pace. "Era una brava e grande donna".


Ciao Carlo saluti

Cara Hamsa, addio! , Carlo Patatu
Apprezzamento
1582 Lunedì 15 Gennaio 2018 16:23
Eliseo

Voglio esprimere pubblicamente il mio Apprezzamento a compare Stefano per questa sua poesia, dedicata al nostro Castello. A chent'hannos compare meu!


p.s. Ciao Padrino, saluti affettuosi a te e famiglia.


---


Ciao, caro Eliseo ormai trentino. Ricambiamo saluti affettuosi e un abbraccio. (c.p.)

Su Casteddu de Zaramonte , Carlo Patatu
Stupidità tra i fumi dell'acol
1581 Venerdì 12 Gennaio 2018 12:15
Ange de Clermont

Concordo che si tratti di un atto di stupidità tra i fumi dell'alcol o di altra sostanza drogastica. Nessun chiaramontese a mente lucida avrebbe compiuto un'azione così ignobile.


Può darsi che ill paese sia ormai abitato da cristiani atei, non praticanti e praticanti, ma comunque cristiani e quindi rispettosi della nostra cultura comune. Chi è arrivato a tanto non può esserci arrivato con mente lucida.


Mi viene da cantare: Caro Gesù Bambino, tu che sei tanto buono... perdona quello scemo che ti ha sfregiato.

Te piace o presepe? No, nun me piace!
1580 Lunedì 18 Dicembre 2017 22:24
Bruno Puggioni

Io amo il presepe! Sempre.


---


Anch'io, caro Bruno. Fin da ragazzo, l'ho fatto a casa dei miei genitori anche con figurine di cartone ritagliate. Nelle scuole in cui sono stato, ho sempre favorito l'allestimento del presepe. Anche alla Maddalena, dove frequentava un numero consistente di bambini americani e musulmani che non avevano richiesto l'insegnamento della religione cattolica. Nessuno ha avuto alcunché da eccepire. E se pure vi fossero state rimostranze, mi sarei battuto fino in fondo per il rispetto delle nostre tradizioni, della nostra cultura. Messa in campo senza ostentazioni e senza desiderio di prevaricare o fare accoliti.


Siamo d'accordo, finalmente. (c.p.)

S'Aneddu
1579 Venerdì 08 Dicembre 2017 14:45
FOIS MARIO PIETRO PAOLO
potreste inviarmi per via email lo spartito musicale S,ANNEDU.....GRAZIE

---



Con una mail al suo indirizzo privato, ho provveduto a spedirle lo spartito richiesto, procuratomi da mio fratello Tore, che si occupa di lingua, canti e cultura della nostra Sardegna. Con saluti cordiali. (c.p.)

S'aneddu , Carlo Patatu
Hostess
1578 Martedì 21 Novembre 2017 14:05
Andrea

Se le hostess sono quelle che compaiono nel tuo sito nel banner a destra, qualunque sacrificio è giustificato!!


---


No, Andrea. Nel mio caso a bordo c'erano solo assistenti di sesso maschile. (c.p.)

Volare da e per Alghero da Roma
1577 Lunedì 20 Novembre 2017 13:11
Vincenzo Murgia

Caro Carlo,


mi sono arreso all'evidenza di cui scrivi, pertanto, spesso, preferisco partire e rientrare su Olbia, preferendo fare qualche km. in più.


Saluti cari.


Vincenzo


---


Come ti capisco! Fra l'altro, tu, per la tua professione, sei un frequentatore assiduo di aeroporti e aeromobili. Cerca di non ingrassare troppo, se dovrai riprendere a volare su Alghero.


Ricambio saluti cari. (c.p.)

Una rettifica del dott. Antonio Fancellu
1576 Venerdì 03 Novembre 2017 14:11
Carlo Patatu, amministratore del sito

Con una telefonata, il dott. Anonio Fancellu ci ha chiesto cortesemente di precisare che l’incarico conferitogli dal Comune di Chiaramonti riguarda la sistemazione degli spazi verdi di Codinas confinanti con la strada statale per Ozieri e la provinciale per Erula. Il progetto approvato dalla Giunta municipale con deliberazione n. 21/2017 è frutto di quell’incarico e non riguarda la progettazione della rotatoria, di cui si è occupato l’ing. Antonio Cadeddu. Si tratta, pertanto, di due progetti distinti fin dal loro impianto. Vero è, sottolinea il dott. Fancellu, che la pianta da noi pubblicata è opera sua, essendo la risultante del progetto inerente alla rotatoria, del quale, ovviamente, ha dovuto tenere conto nel disegnare la nuova aiuola e il marciapiedi che la racchiude. Probabilmente, dice, sarebbe stato opportuno farne cenno nella relazione, al fine di fugare possibili fraintendimenti. Ringraziamo il dott. Fancellu e prendiamo atto di quanto egli afferma. E cioè che il giardino è opera sua, la rotatoria non lo è mai stata.

La rotatoria di Codinas
1575 Lunedì 30 Ottobre 2017 14:59
Antonio Satta

Carlo hai pienamente ragione, io che ogni mattina prendo il pullman per raggiungere Sassari vedo la difficoltà dello stesso per passare in quella strettoia.

Errori di trascrizione
1574 Domenica 29 Ottobre 2017 16:46
Mario Casula

Caro Carlo,


rileggendo attentamente la bella poesia di Prof. Brau "La legge dell'amore" credo di aver individuato due errori di trascrizione.


1 - la luce p nell’amore (la p è di troppo).


2 - Quel ch’è bene per noi, qual ch’è male per gli altri (qual dovrebbe essere quel).


Colgo l'occasione per salutarvi tutti con tanta stima, simpatia ed affetto.


Mario Casula


---


Grazie Mario. Ho provveduto a correggere gli errori di trascrizione da te segnalati.


Ricambiamo i saluti e la stima. (c.p.)

La legge dell’amore , Carlo Patatu
Sa passéntzia de su theologu Iuànne Ispànu
1573 Sabato 28 Ottobre 2017 09:17
c.coda

Il busto dello Spano, prima dell'agosto del 1930 era collocato, quasi abbandonato, in una sala del Municipio.


Quando ai primi dell'agosto del medesimo anno venne nominato Commissario Prefettizio -il camerata Giovanni Maria Dore- dispose, nell'immediato, il "trasferimento" dell'effige presso i locali delle Scuole Elementari.


La cronaca del tempo la raccontava così: "...l'effige del nostro illustre concittadino, emerita figura di studioso che ha illustrato la Sardegna e l'Italia tutta, orgoglio di Ploaghe, che gli ha dato i natali, sarà così sempre presente agli occhi ed allo spirito dei nostri piccoli scolari, che impareranno a vieppiù onoralo ed imitarlo".


Insomma, questo busto spostato...da una parte all'altra: passéntzia meda, devet haer custu theòlogu !

Richiesta spartito No potho reposare per 4 voci maschili
1572 Giovedì 05 Ottobre 2017 11:26
Borgia Alessandro
Buongiorno, sono il presidente del Coro Ana Marco Bigi di Viterbo. Vorrei chiedere la cortesia di inviarmi, se ne siete in possesso, lo spartito per 4 voci maschili di No Potho reposare, per proporlo ai nostri coristi. Sono arrivato a voi attraverso una ricerca tramite internet.
Ringraziandovi anticipatamente, vi corgo i nostri più cordiali saluti
Alessandro Borgia

---


Le invio al suo indirizzo di posta elettronica il materiale di cui dispongo, nella speranza che possa tprnarle utile. Con saluti cordiali. Carlo Patatu

Contattaci , Vladimiro Patatu
Aquila
1571 Lunedì 14 Agosto 2017 16:27
Luigi

Belle parole, bei ricordi

Onoranze funebri ad Antonio Brunu
1570 Giovedì 03 Agosto 2017 18:06
c.coda

Chi si espone a raccontare storie del passato, come in argomento, lo fa con il prezioso sostegno di documentazioni sotto mano. In alcun modo aggiungendo elementi non attestabili. Ancor meno ricordi o per sentito dire. Nomi, fatti e date, sono sempre raccolti da fascicoli ufficiali, o pubblicazioni del periodo, così come in questa circostanza.


La fonte è il quotidiano l' ISOLA del 23 febbraio 1941 - seconda pagina- rubrica “Notiziario dell'isola”: [Chiaramonti, 22 - ANTONIO BRUNU -L'albo della gloria ….... Imponenti sono stati i funerali, ai quali hanno preso parte tutte le Autorità e Organizzazioni fasciste col gagliardetto del Fascio, la sezione dei Combattenti e Mutilati con bandiera, le scolaresche con gagliardetto e l'intera popolazione.....]. Sottolineo l'ultimo passaggio: ".... e l'intera popolazione...".


A questa mi sono attenuto.


L'onoranza funebre, di cui in articolo, come avveniva spesso in tempo di guerra, potrebbe (uso il condizionale) essere stata officiata non "con corpore praesenti". Ecco perché, in alcuni casi, ancor oggi, lo si mette in rilievo alla pubblicazione degli annunci funebri. Siamo certi, comunque, che Chiaramonti, in quei giorni del febbraio 1941, ha ossequiato, con tutti i dovuti onori, un suo Figlio e la popolazione ha contestualmente espresso, durante la funzione religiosa, "alla consorte, alla madre, ai fratelli e ai parenti tutti, le più sentite condoglianze".


Nota.


Aggiungo una precisazione al commento “Ricordi”: Gavino Brunu non era il fratello maggiore di Antonio (nato 3 febbraio 1904), bensì minore, essendo nato il 26 ottobre 1906. Lo era piuttosto nei confronti dell'altro fratello, Eugenio (nato 1 febbraio 1911). I dati citati sono sottoscritti dal parroco della San Matteo -Giuseppe Calvia- e sono recuperati da “quinque libri”, liberamente consultabili presso l'Archivio Storico dell'Arcidiocesi di Sassari.


Da intendersi che, talvolta, le date annotate nei registri parrocchiali non coincidono con quelle presenti all'Anagrafe del Comune, ma discostandosi di qualche giorno. È accaduto.