Credi in Dio? Si, no, mah!... Stampa
Valutazione attuale: / 15
ScarsoOttimo 
Scritto da Carlo Patatu   
Venerdì 07 Novembre 2008 18:16

Sull'argomento "religione" abbiamo registrato un'infinità di messaggi, pervenutici da persone attestate sull'una o sull'altra sponda. Con una prevalenza marcata di chi si professa credente. Cattolico. Sono intervenuti nella discussione anche non credenti, agnostici e qualche musulmano. Ciascuno con argomenti validi a sostenere la propria tesi, manifestando sovente una passione che, lo confessiamo, non ci aspettavamo di registrare. Evidentemente il tema è sentito più di quanto appare esteriormente.

L'occasione per quel dibattito è stata offerta dalla pubblicazione di un vecchio articolo che, comparso sulla Nuova Sardegna il 4 Gennaio 1978, raccontava una vicenda curiosa occorsa a Chiaramonti. E che vedeva coinvolti i bambini che, trent’anni fa, non avevano superato l'esame di catechismo per l’ammissione al sacramento della cresima. Lo scambio di opinioni sul web, fra interlocutori che sovente nemmeno si conoscevano, ha registrato una partecipazione corposa quanto da noi inattesa.

Il batti e ribatti ha scomodato il buon senso, i Vangeli, la Bibbia, la teologia e i Padri della Chiesa. Sono comparse citazioni importanti e appropriate. In qualche occasione, lettori spinti da eccesso di zelo si sono lasciati prendere un po’ la mano dalla passione. In mancanza di argomentazioni serie, qualcuno è passato all'insulto. Ma si è trattato di un paio di episodi e nulla più. Anche questo fa parte del gioco.

Incuriositi dall’interesse mostrato dai visitatori del sito, abbiamo pensato di proporre la religione come argomento del sondaggio di Novembre. Ci pare interessante conoscere qual è il rapporto che, singolarmente, abbiamo con la religione. Non soltanto con quella cattolica. Con la pratica religiosa in genere. Anche se professiamo confessioni religiose diverse dal cattolicesimo. O, come può accadere, la religione ci risulta indifferente.

A decorrere da oggi, trovate in linea il nuovo sondaggio, che pone il quesito: "Che rapporto hai con la religione?". Chi è interessato, o semplicemente incuriosito, può parteciparvi secondo le modalità consuete. Riteniamo di sottolineare, ancora una volta, la non scientificità delle indagini che noi andiamo svolgendo. E ciò, lo ribadiamo, per carenza nostra. Al riguardo, non disponiamo di strumenti professionali adeguati. Ma allora, perché insistiamo nel proporvi i sondaggi? Buona domanda. La risposta l’abbiamo già data più volte, in altri interventi, ai quali rimandiamo i lettori.

Ultimo aggiornamento Martedì 25 Novembre 2008 14:54