Pensierino di Domenica 20 Dicembre 2020 Stampa
Valutazione attuale: / 6
ScarsoOttimo 
Sabato 19 Dicembre 2020 17:19

di Benjamin Franklin[1]

D

edicato a quei “simpaticoni” che, in questo periodo travagliato di pandemia galoppante, quando l’unico rimedio pare essere soltanto quello del distanziamento sociale, si intestardiscono nel gridare a una platea osannante che non si può chiudere in casa la gente a Natale, nella notte più bella dell’anno; che non si può congelare il cuore degli italiani durante le festività natalizie.

A chi non intende rassegnarsi a prendere atto che viviamo una stagione straordinariamente grave, con centinaia di morti al giorno, quasi settantamila in undici mesi; e che potremo uscirne soltanto facendo uno sforzo comune. Ma anche a chi sottolinea con forza che, soprattutto in occasione del Natale, i nonni, gli anziani, le persone malate e bisognose di assistenza non possono vivere quella festa in assenza dei loro cari.

Ma perché tanti scrupoli soltanto a Natale?

Per nonni, anziani, invalidi e malati, quello di Natale è un giorno come gli altri; essi lo vivono in compagnia di sofferenze e privazioni che li affliggono anche negli altri giorni dell’anno.

D’altronde, essendo noi anziani i più fragili e i meno idonei a battere il Covid-19, il distanziamento sociale fa bene soprattutto a noi. Pertanto accettiamo di buon grado le mancate visite natalizie di figli e nipoti. L’importante è che questi continuino a ricordarsi e a occuparsi di noi, pur distanti, anche nel resto dell’anno, non solo a Natale.

E allora, possiamo dire che, date le circostanze, quello del Natale privo del tradizionale cenone e della messa di mezzanotte è un falso problema? Insomma, Franklin aveva ben ragione nel ripetere che siamo in tanti a ricordare e festeggiare il compleanno di Cristo, ma pochi a seguirne gli insegnamenti,

Vi auguro un Buon Natale.

Quanti osservano il compleanno di Cristo! Come pochi, i suoi precetti”.



[1] Benjamin Franklin (Boston 1706 - Filadelfia 1790), statunitense, scienziato e uomo politico. Fu uno dei Padri Fondatori degli Stati Uniti. Svolse attività di giornalista, pubblicista, autore, tipografo, diplomatico, attivista, inventore, scienziato e politico. Fu tra i protagonisti della Rivoluzione americana. Diede contributi importanti allo studio dell’elettricità e fu un appassionato di meteorologia e anatomia. Inventò il parafulmine, le lenti bifocali, l’armonica a bicchieri e un modello di stufa-caminetto noto nel mondo anglosassone come stufa Franklin.