Home » Eventi » Ricordando Gillian in letizia

Immagini del paese

Castello 22.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 11067009

Notizie del giorno

 
Ricordando Gillian in letizia PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 23
ScarsoOttimo 
Scritto da Carlo Patatu   
Martedì 28 Giugno 2011 16:02

 

Al secondo concerto in memoria di Gillian è mancata la suggestione particolare che soltanto il Castello dei Doria sa creare. Ragioni che afferiscono al tempo meteorologico hanno suggerito agli organizzatori di scendere a valle. In paese, appunto.

Il resto c’era. Tutto. Come l’anno passato. E cioè gruppi musicali di varia provenienza e di levatura internazionale. Oltre, naturalmente, alle formazioni locali Su Coro de Tzaramonte e il gruppo folk Santu Matteu. Poi la gente. Tanta gente.

Anche quest’anno, il secondo dalla scomparsa, Peter Gore ha voluto ricordare la sua Gillian in forma corale. Chiamando attorno a sé amici inglesi, chiaramontesi e sardi in genere. I quali hanno risposto positivamente e, nella serata di Sabato scorso, hanno affollato piazza della Costituzione, da sempre guardata a monte dalla chiesetta di San Giovanni e dalla Casa comunale a valle.

Benennidos a Tzaramonte – ha esordito Peter col suo sardo incerto in veste di padrone di casa -. Sono sicuro che la mia cara Gillian vuole che noi siamo felici e che festeggiamo insieme: sardi e stranieri, in questa bellissima notte di musica internazionale”.

Dopo i ringraziamenti di rito a chi ha contribuito alla realizzazione dell’evento (Pro Loco, Gruppo XXL e Sard Rock Cafè, sponsor e volontari) ha dato inizio allo spettacolo.

Via via si sono alternati sul palco la giovane cantante norvegese Charlotte, Lucia May del Regno Unito, il gruppo britannico Oh La La, il gruppo folk Santu Matteu, Su Coro de Tzaramonte, Roberto Tola e la sua chitarra, lo splendido trio inglese The Frochettes, il gruppo Hat Pack e l’indiavolato e travolgente Roy Hamilton. Che, con le sue canzoni e duettando anche con le Frockettes, ha gasato la piazza, richiamando in pista giovani e no. A ballare allegramente fino alle ore piccole. Infine, la formazione sassarese Ludus in Crapula.

A tutti gli artisti il pubblico che gremiva la piazza ha fatto festa. Gli applausi sono stati scroscianti, calorosi e prolungati.

Da parte nostra, ancora grazie di cuore a Peter e a quanti hanno collaborato per la realizzazione dell’evento. Grazie soprattutto per avere coinvolto questa comunità nel ricordo di Gillian. Che abbiamo fatto appena in tempo a conoscere. Ma che, ciononostante, ha saputo conquistare la nostra simpatia e il nostro affetto.

Anche siffatto modo di ricordare persone care che ci hanno lasciato per sempre, ancorché per noi inconsueto, contribuisce, per dirla con Foscolo, a perpetuare quella “...celeste corrispondenza d'amorosi sensi...” per cui “...si vive con l'amico estinto e l'estinto con noi”.

Un solo rammarico per noi che ne scriviamo: un impegno inderogabile ci ha tenuto fuori sede, impedendoci di partecipare alla manifestazione. Pertanto ne riferiamo per sentito dire. Ma teniamo a sottolineare che emozione e suggestione provate l’anno passato ci sono mancate. E ce ne dispiace non poco.


Per visitare la nostra galleria d'immagini sull'evento, cliccare qui

Le foto del servizio e della galleria sono di Tinuccio Pinna, che ringraziamo.

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 29 Giugno 2011 12:25
 
Commenti (1)
???????.........................
1 Martedì 28 Giugno 2011 23:20
Francesco Brundu

Peccato che nella galleria immagini manchiamo solo noi del Coro de Tzaramonte.


---


Hai ragione, caro Francesco, e mi dispiace. Il fatto è che, fra le 296 foto fornitemi, non ce n'è una sola inerente alle performance del coro. E non me ne so spiegare la ragione. Mi scuso coi coristi e col maestro. Se qualcuno sarà in grado di fornirmene almeno un paio sarò lieto di porre rimedio a questa lacuna. Grazie, comunque. (c.p.)

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):