Home » Personaggi » Il centenario della nascita di Gavino Tolis

Immagini del paese

Ch2.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 7003500

Notizie del giorno

 
Il centenario della nascita di Gavino Tolis PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 6
ScarsoOttimo 
Mercoledì 03 Ottobre 2018 11:12

Ricorrerà i 4 Febbraio 2019 – Il Comune, coinvolgendo opportunamente la Scuola, la Chiesa e le Associazioni locali, provveda a celebrare con la solennità che merita il finanziere chiaramontese Medaglia d’Oro al Valore Civile

di Carlo Patatu

Il 4 Febbraio prossimo ricorrerà il centenario della nascita di Gavino Tolis, finanziere insignito della Medaglia d’Oro al Valore Civile alla memoria.

Chi era Gavino Tolis è cosa nota ai frequentatori di queste pagine. Nato a Chiaramonti da Francesco (tiu Cicciu Boe) e da Maria Piga, si arruolò giovanissimo nella Guardia di Finanza e fu mandato a svolgere servizio a Ponte Chiasso, presso il confine con la Svizzera.

Qui, dopo l’8 Settembre, trovandosi a operare nella cosiddetta Repubblica di Salò, ultimo avamposto del fascismo mussoliniano morente, sposò le ragioni dei partigiani e si adoperò per facilitare l’espatrio di ebrei e quant’altri quel regime dittatoriale perseguitava.

Nel Luglio 1944 fu scoperto, arrestato dalle SS tedesche e internato nel lager di Mauthausen-Gusen, nell’Alta Stiria (Austria), dove morì di freddo e di stenti nel Dicembre successivo. Come altri milioni di prigionieri, finì nei forni crematori; le sue ceneri passarono per un camino, secondo una descrizione tanto efficace quanto commovente di Francesco Guccini. Aveva 25 anni.

La sua figura è riemersa a tutto tondo dalle ceneri dell’oblio grazie al lavoro di ricerca del maggiore della Guardia di Finanza Gerardo Severino, direttore del Museo Storico e Comandante del Centro Studi Storici e Beni Museali della Guardia di Finanza, alla cui proposta si deve la concessione della Medaglia d’Oro da parte del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Le gesta del Tolis sono state esposte in un bel libro, documentato ed esaustivo, che il Severino ha pubblicato sotto il titolo Il contrabbandiere di uomini, Delfino editore, Sassari 2012.

Quel libro e il lavoro di ricerca che lo ha prodotto sono valsi all’autore la cittadinanza onoraria conferitagli dal Consiglio comunale di Chiaramonti il 10 Maggio 2014. Nella circostanza, a cura e per iniziativa del Lions Club Castelsardo, è stata murata una lapide marmorea commemorativa sulla facciata dalla casa natale del Tolis, in via San Matteo. Qualche anno prima, il Comune gli aveva intitolato una via. Che, per la sua ubicazione, non pare adeguata a onorare un personaggio di tale caratura.

Ciò detto, parrebbe opportuno che l’Amministrazione comunale non lasciasse passare sotto silenzio detta ricorrenza e provvedesse fin d’ora a programmare una manifestazione che ricordi degnamente il nostro eroe. Ovviamente non mancando di coinvolgere la Scuola, la Chiesa, le associazioni locali e il maggiore Gerardo Severino, la cui disponibilità, in simili circostanze, si è rivelata finora preziosa e proverbiale.


 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 03 Ottobre 2018 12:19
 
Commenti (1)
Cerimonie e conferenza dedicata a Gavino Tolis.
1 Martedì 09 Ottobre 2018 08:48
Gerardo Severino

Professore Carissimo,


nel ringraziarLa di vero cuore per quanto ha fatto e sta facendo per onorare la memoria di Gavino Tolis, Le confermo senz'altro la mia collaborazione, ricordandoLe che, molto probabilmente, terremo un convegno di studi anche presso l'Università di Sassari, per il quale mi sto già dando da fare, unitamente all'amico Carlo Delfino e al Prof. Attilio Mastino.


Cari saluti, Gerardo Severino


---


Non avevo dubbi, caro Comandante e Concittadino, circa la sua disponibilità a contribuire per la buona riuscita di ogni iniziativa volta a onorare personaggi che, come Gavino Tolis, hanno dato il meglio di sé per la Comunità. Senza nulla chiedere.


Il nostro Sindaco mi ha assicurato verbalmente che il Comune farà quanto deve per rinsaldare il ricordo dell'Eroe chiaramontese Medaglia d'Oro al Valore Civile.


Grazie ancora e saluti cari. (c.p.)

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):