Home » Archivio - Chiaramonti Notizie » Chiaramonti Al Caffè » Chiaramontesi ambasciatori in Thailandia

Immagini del paese

PIC00089.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 8636909

Notizie del giorno

 
Chiaramontesi ambasciatori in Thailandia PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 14
ScarsoOttimo 
Scritto da Carlo Patatu   
Sabato 09 Febbraio 2008 16:11

Guidato dal prof. Giovanni Soro, esponente dalla FITP (Federazione Italiana Tradizioni Popolari) e dall’assessore comunale alla Cultura Marina Manghina, il gruppo folk Santu Mateu è volato nel Sud-Est Asiatico. Rispondendo all’invito della Surindra Rajabhat University, ha rappresentato l’Italia nel 3° Festival internazionale del folklore di Surin, capoluogo dell’omonima provincia thailandese. Alla prima fase del programma, ha presenziato anche Sergio Mundula, assessore alla Cultura della Provincia di Sassari.

 

Dal 17 al 24 Gennaio scorsi, i danzatori chiaramontesi si sono esibiti in spettacoli giornalieri nel Surin Phaow stadium, nel Sangkha stadium e nel Thundaza theater, confrontandosi con gruppi folk provenienti da Sri Lanka, Finlandia, Cambogia, Camerun, Austria, Israele, Taiwan, Cina, Filippine, Laos, Lituania, Giappone, Vietnam e, naturalmente, Thailandia. Un’esperienza bella e gratificante, che ha offerto ai nostri rappresentanti l’occasione di ben figurare, di riscuotere applausi e apprezzamenti da spettatori che appartengono a culture così diverse, molto lontane dalla nostra. Non soltanto dal punto di vista delle distanze misurate sulla carta geografica.

Il gruppo Santu Mateu, che si avvaleva della partecipazione di due valenti suonatori d’organetto, ha ballato il trallallera, su dillu fioridu, su ballu tundu trincadu, s’istella, su ballu ‘e s’isposa e sa messera, entusiasmando i numerosi spettatori (fra i quali intenditori e specialisti della materia) che affollavano le pur capienti sale.

Nell’ambito del programma ricco e articolato, predisposto dalla Surindra Rajabhat University, si è svolto pure un seminario, nel corso del quale il prof. Soro, con l'ausilio di diapositive e di altro materiale divulgativo, ha illustrato ai convenuti la genesi, le motivazioni storiche e sociali che sottendono le varie forme di ballo sardo presentate in Thailandia. Non mancando di soffermarsi sulle diverse modalità di esprimere sentimenti antichi ma ancora vivi fra le diverse componenti della gente di Sardegna.

La manifestazione si è conclusa con lo scambio di doni e con la consegna agli organizzatori della prestigiosa manifestazione di una targa ricordo offerta dall’assessore Manghina a nome del Comune di Chiaramonti. Ma anche con la promessa di mantenere vivi nel tempo i sentimenti di amicizia nati durante la pur breve trasferta thailandese. E che potranno (dovranno) essere consolidati (questo l’auspicio) con altri scambi e, chissa?, magari con una visita in Sardegna di un gruppo folk di Surin.

Non un addio, quindi; ma un arrivederci a... Chiaramonti.

 

 

Clicca qui per vedere la galleria di immagini.

 

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 11 Agosto 2008 17:08
 

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):