Home

Immagini del paese

Castello e croce.jpg

Statistiche

Tot. visite contenuti : 8195986

Notizie del giorno

 
XXI Aprile 1933: una datata Festa del Lavoro
Venerdì 03 Maggio 2019 16:15

di Claudio Coda


Breve, brevissima cronaca di una manifestazione svoltasi in paese, in ricorrenza della Giornata dei Lavoratori che, per quanto sancito precedentemente, ovvero dal 1891 in Italia, durante il fascismo, dal 1924 la celebrazione venne anticipata al 21 aprile, in coincidenza con il Natale di Roma – Dies Romana[1]

Leggi tutto...
 
La Festa del Lavoro che non c’è
Martedì 30 Aprile 2019 20:20

Celebriamo la ricorrenza in un contesto non proprio favorevole, con un alto tasso di disoccupazione e con un calo demografico spaventoso che, a breve, farà sentire alla comunità i propri effetti negativi

di Carlo Patatu

L

'Italia è una Repubblica democratica fondata sul Lavoro. Con questa dichiarazione solenne si apre la nostra Carta Costituzionale, che regola i rapporti fra Cittadini e Stato.

Leggi tutto...
 
Sa Die de sa Sardigna celebrata in Lombardia
Martedì 30 Aprile 2019 10:11

In piazza, a Saronno, tante bandiere dei quattro mori per la festa dei circoli sardi

di Paolo Pulina

D

omenica 28 aprile, a Saronno, piazza Libertà offriva una immagine spettacolare: i tanti curiosi locali, attratti dallo sventolio delle bandiere con i quattro mori e dai colori dei costumi della Sardegna.

Leggi tutto...
 
29 Aprile 2019
Lunedì 29 Aprile 2019 00:00

A Tziu Gasparru Mele)[1]

di Cristoforo Puddu

Oggi Tziu Gasparru Mele, poeta longevo e sensibile di Orotelli, compie 108 anni.

Leggi tutto...
 
Ballu cantadu
Venerdì 26 Aprile 2019 10:29

di Stefano Demelas


Zaramontesos ballade

su ballu pius’antigu

‘ogn’istranzu, ‘ogn’amigu

a bonu cor’azettade.

Leggi tutto...
 
Giù le mani dal XXV Aprile
Mercoledì 24 Aprile 2019 14:22

La celebrazione della ricorrenza non è appannaggio della Sinistra né della Destra: deve essere una festa che appartiene a tutti gli italiani, nel ricordo della fine di una dittatura ventennale e di una guerra che ha causato morti e distruzioni inenarrabili

di Carlo Patatu

Domani celebreremo la ricorrenza del XXV Aprile. Taluni si chiedono se abbia ancora un senso festeggiare l’evento, a distanza di oltre settant’anni. Io credo che di senso ne abbia ancora; pertanto continuerò a coltivare il ricordo di quel giorno fatidico che, nel 1945, segnò in Italia la fine dell’occupazione nazista e della cosiddetta Repubblica di Salò.

Leggi tutto...
 
Buona Pasqua a tutti
Giovedì 18 Aprile 2019 23:28

di Carlo Patatu


Auguro ai nostri lettori una buona Pasqua.

Leggi tutto...
 
Avreschidas de ‘eranu[1]
Mercoledì 17 Aprile 2019 10:38

di Bainzu Truddaju


 

I

Ite cunzertu bellu su manzanu

chi pigat da-e s’adde ancora oscura:

paret ringraziare sa natura

custu motu canoru chitulanu.

Leggi tutto...
 
Personaggi: Don Christòvulu - seconda parte
Sabato 13 Aprile 2019 11:29

Confessore comprensivo, non si scandalizzava per i peccati commessi dai giovani in materia di sesso, se non per gli eventuali esborsi in danaro a favore delle "signorine" di Sassari - Visse gli ultimi anni in beata incoscienza, convinto che il Papa lo avesse nominato cardinale

di Carlo Patatu


Quand’era possibile, noi ragazzi preferivamo correre da lui a confessarci. Perché più aperto e comprensivo. Era stato uomo di mondo, in gioventù.

Leggi tutto...
 
Personaggi: Don Christòvulu[1] - prima parte

Entrato in seminario dopo la laurea in Giurisprudenza, divenne canonico predicatore della cattedrale San Nicola di Sassari – In vecchiaia si ritirò a Chiaramonti, suo paese natio – Alla fine degli anni Trenta, fondò l’asilo infantile, di cui fu il primo presidente

di Carlo Patatu

F

ra i preti da me frequentati, il canonico Cristoforo Grixoni fu, senza dubbio, il più simpatico. Lo conobbi quando, già avanti negli anni, si ritirò a vita privata a Chiaramonti, suo paese natio. Qui trascorse gran parte della vecchiaia. Suo padre Francesco[2], nobile cavaliere del Regno, nonché medico condotto di questo comune negli anni a cavallo fra l’Ottocento e il Novecento, aveva sposato Vittoria Falchi Madau[3], che gli diede quattro figli: Giovannico[4] (divenne generale medico), Cristoforo, Gavino[5] (anch’esso fu nostro medico condotto negli anni Trenta e Quaranta) e Cicina[6].

Leggi tutto...
 
Da un castello all’altro
Lunedì 08 Aprile 2019 09:39

Una vita da recluso, anche se libero

di Claudio Coda

Da sotto il campanile, breve cronaca paesana.

Leggi tutto...
 
Aggiornate il sito internet del Comune
Venerdì 05 Aprile 2019 09:26

Il biglietto da visita di Chiaramonti viaggia nella rete e contiene messaggi, dati, informazioni che non sono più attuali: necessita pertanto di una rivisitazione urgente

di Carlo Patatu

Il sito ufficiale del nostro Comune dovrebbe essere rivisitato al più presto e accuratamente aggiornato. Ne va della credibilità dell’istituzione che rappresenta. Chi sta sulla rete è visibile e leggibile in ogni dove. In tempo reale e senza limiti geografici.

Leggi tutto...
 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 3 di 191